Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo
Muvig - Museo Virtuale Garofalo

Muvig - Museo Virtuale Garofalo

2016 / brand identity

The visual identity project realized by Studio FM Milano for Muvig, Museo Virtuale Garofalo (Garofalo virtual museum) in Canaro aims to strengthen the personality of the museum itself, making it a place not only of contents, but also of a deep visual impact. The brand is the geometric/computational stylization of a carnation, the flower used by the painter to sign its works, in order to highlight the relation between the painter and the mostly-digital vocation of the museum. The visual language of all the applications (mainly multimedia) have been realized in two colours: red - typical of carnations and electric blue- that represents the origin of the RGB colour model. Plus, these 2 colours combined are often used by the painter in his works.

Il progetto di identità visiva fatto da studio FM milano per il Museo Virtuale Garofalo (Muvig) di Canaro è innanzitutto un progetto che mira a rafforzare la personalità del museo stesso, per renderlo un luogo non solo di contenuti ma con un forte impatto visivo. Il marchio è una stilizzazione geometrica/computazionale di un fiore, il Garofano (utilizzato dal pittore come firma sui suoi dipinti) per evidenziare il rapporto tra il pittore ed il museo a vocazione principalmente digitale. I colori che sono stati scelti per accompagnare il linguaggio visivo di tutte le applicazioni (principalmente multimediali) sono 2: il rosso che caratterizza i Garofani ed il blu elettrico che caratterizza l’origine espressiva del linguaggio digitale RGB. I 2 colori, inoltre, sono un abbinamento ricorrente nelle scelte cromatiche del pittore.

credits & specs
architecture
Olivieri Office
back to top